Docs Italia beta

Documenti pubblici, digitali.

1. Introduzione

1.1. Compendio

Il presente documento di Linee Guida, redatto secondo quanto riportato e contenuto nell’articolo 11 della Legge n. 4/2004, è strutturato in 7 capitoli, come di seguito descritto:

  • Capitolo 1. Introduzione
    • il paragrafo 1.1 Compendio, riporta una breve descrizione del contenuto del documento;
    • il paragrafo 1.2 Scopo, descrive le finalità per le quali è emesso il documento;
    • il paragrafo 1.3 Struttura, questa sezione riporta l’elenco degli allegati, che costituiscono parte integrante del presente documento
    • il paragrafo 1.4 Soggetti destinatari, individua i destinatari del documento;
    • il paragrafo 1.5 Riferimenti normativi e tecnici e abrogazioni, in questa sezione sono indicati puntualmente, secondo la specifica natura normativa o tecnica, tutti i riferimenti considerati per il documento (sia nazionali che internazionali) nonché quelli aggiornati per i requisiti tecnici abrogati dal Decreto Legislativo 106/2018;
    • il paragrafo 1.6 Tempi di attuazione, riporta le tempistiche relative all’applicazione delle disposizioni del Decreto Legislativo 106/2018 (art. 2);
    • il paragrafo 1.7 Termini e definizioni, contiene i riferimenti delle abbreviazioni dei termini referenziati.
  • Capitolo 2. Requisiti tecnici per l’accessibilità degli strumenti informatici
    • sono referenziati i requisiti tecnici per l’accessibilità degli strumenti informatici (Hardware, Web, Documenti non web, Software, Applicazioni Mobili, Documentazione e servizi di supporto) che, ai sensi della Direttiva Europea 2016/2102, sono referenziati alla norma tecnica europea EN 301549 v. 2.1.2;
    • si forniscono indicazioni sulle postazioni di lavoro a disposizione del dipendente con disabilità avendo come riferimento tecnico la norma UNI EN ISO 9999:2017 per l’identificazione delle tecnologie assistive;
    • sono rese disponibili una serie di raccomandazioni e precisazioni sull’accessibilità digitale dei servizi pubblici erogati a sportello dalla Pubblica Amministrazione.
  • Capitolo 3. Verifica dell’accessibilità degli strumenti informatici
    • sono indicati i riferimenti da utilizzare per le verifiche tecniche di conformità di accessibilità degli strumenti informatici che, ai sensi della Direttiva Europea 2016/2102, sono referenziati alla norma tecnica europea EN 301549 v. 2.1.2. Viene inoltre descritta la metodologia e criteri di valutazione per la verifica soggettiva dell’accessibilità dei siti web.
  • Capitolo 4. Dichiarazione di accessibilità e pubblicazione obiettivi di accessibilità
    • sono resi disponibili i riferimenti normativi ed attuativi del modello di dichiarazione di accessibilità per il sito web ed applicazione mobile;
    • vengono riportati i riferimenti normativi relativi all’obbligo annuale per le Pubbliche Amministrazioni di pubblicare gli obiettivi di accessibilità
  • Capitolo 5. Metodologia di monitoraggio
    • viene riportata la metodologia di monitoraggio, effettuata da AGID, della conformità dei siti web e delle applicazioni mobili degli enti pubblici alle prescrizioni in materia di accessibilità definite all’articolo 4 della direttiva (UE) 2016/2102;
    • vengono definite le disposizioni riguardanti la presentazione alla Commissione, da parte di AGID, delle relazioni sugli esiti del monitoraggio, compresi i dati misurati;
    • si fa riferimento all’analisi sulla situazione delle postazioni di lavoro a disposizione del dipendente con disabilità presso le Amministrazioni, che AGID realizza sulla base di alcune informazioni comunicate dalle stesse all’interno del “Modello di dichiarazione di accessibilità”.
  • Capitolo 6. Onere sproporzionato
    • vengono riportate e approfondite le ipotesi generali alla ricorrenza delle quali è opponibile un onere sproporzionato.
  • Capitolo 7. Procedura di attuazione
    • vengono riportate e approfondite le tematiche relative alla contestazione della dichiarazione di accessibilità, all’esito insoddisfacente del monitoraggio, al meccanismo di feedback e alla possibilità di ricorrere al difensore civico digitale.

1.2. Scopo

Le presenti Linee Guida hanno lo scopo di adempiere a quanto definito dall’art 11 della legge n. 4 del 2004, in cui si richiede che l’Agenzia dell’Italia Digitale, sentite anche le associazioni maggiormente rappresentative delle persone con disabilità, nonché quelle del settore industriale coinvolto nella creazione di software per l’accessibilità di siti web e applicazioni mobili, d’intesa con la Conferenza unificata di cui all’articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, emani, in conformità alle procedure e alle regole tecniche di cui all’articolo 71 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, apposite linee guida con cui, nel rispetto degli atti di esecuzione adottati dalla Commissione europea ai sensi delle direttive sull’accessibilità, siano stabiliti :

  1. i requisiti tecnici per l’accessibilità degli strumenti informatici, ivi inclusi i siti web e le applicazioni mobili, conformemente ai principi di cui all’articolo 3-bis, legge n. 4 del 2004, e ai valori di cui al punto 1), lettera d), numero 3, dell’allegato B al decreto del Ministro per l’innovazione e le tecnologie 8 luglio 2005, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 183 dell’8 agosto 2005;
  2. le metodologie tecniche per la verifica dell’accessibilità degli strumenti informatici, ivi inclusi i siti web e le applicazioni mobili;
  3. il modello della dichiarazione di accessibilità di cui all’articolo 3-quater, legge n. 4 del 2004;
  4. la metodologia di monitoraggio e valutazione della conformità degli strumenti informatici, ivi inclusi i siti web e le applicazioni mobili, alle prescrizioni in materia di accessibilità;
  5. le circostanze in presenza delle quali, tenuto conto di quanto previsto dall’articolo 5 della direttiva (UE) 2016/2102, si determina un onere sproporzionato, per cui i soggetti erogatori possono ragionevolmente limitare l’accessibilità di un sito web o applicazione mobile.

1.3. Struttura

Le presenti Linee Guida comprendono i seguenti documenti:

  • Allegato 1. Modello di dichiarazione di accessibilità sito Web e applicazione mobile
  • Allegato 2. Modello di autovalutazione
  • Allegato 3. Prodotti per la classe 22 della UNI EN ISO 9999:2017 relativa alla comunicazione e gestione dell’informazione

1.4. Soggetti destinatari

I destinatari e l’applicazione delle presenti Linee Guida sono riportati e descritti nell’art. 3 (Soggetti erogatori) della Legge n. 4/2004:

art. 3-comma 1. La presente legge si applica alle pubbliche amministrazioni di cui al comma 2 dell’articolo 1 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni, agli enti pubblici economici, alle aziende private concessionarie di servizi pubblici, alle aziende municipalizzate regionali, agli enti di assistenza e di riabilitazione pubblici, alle aziende di trasporto e di telecomunicazione a prevalente partecipazione di capitale pubblico e alle aziende appaltatrici di servizi informatici, agli organismi di diritto pubblico ai sensi dell’articolo 2, paragrafo 1, punto 4, della direttiva 2014/24/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio 2014 nonché a tutti i soggetti che usufruiscono di contributi pubblici o agevolazioni per l’erogazione dei propri servizi tramite sistemi informativi o internet.

1.5. Riferimenti normativi e tecnici e abrogazioni

In questa sezione sono indicati puntualmente, secondo la specifica natura normativa o tecnica, i riferimenti sia nazionali che internazionali tenuti in considerazione per la predisposizione delle presenti Linee Guida.

In caso di aggiornamento della norma tecnica armonizzata EN 301 549, all’atto del recepimento da parte dell’Unione Europea, i riferimenti tecnici delle presenti Linee Guida sono automaticamente aggiornati in maniera corrispondente.

1.5.1. Riferimenti normativi internazionali e nazionali

  • Direttiva (UE) 2016/2102 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 ottobre 2016, relativa all’accessibilità dei siti web e delle applicazioni mobili degli enti pubblici.
  • Decisione di esecuzione (UE) 2018/1523 della Commissione, dell’11 ottobre 2018, che istituisce un modello di dichiarazione di accessibilità conformemente alla direttiva (UE) 2016/2102 del Parlamento europeo e del Consiglio relativa all’accessibilità dei siti web e delle applicazioni mobili degli enti pubblici.
  • Decisione di esecuzione (UE) 2018/1524 della Commissione, dell’11 ottobre 2018, che stabilisce una metodologia di monitoraggio e definisce le disposizioni riguardanti la presentazione delle relazioni degli Stati membri conformemente alla direttiva (UE) 2016/2102 del Parlamento europeo e del Consiglio relativa all’accessibilità dei siti web e delle applicazioni mobili degli enti pubblici [notificata con il numero C(2018) 6560].
  • Decisione di esecuzione (UE) 2018/2048 della Commissione del 20 dicembre 2018 relativa alla norma armonizzata per i siti web e le applicazioni mobili elaborata a sostegno della direttiva (UE) 2016/2102 del Parlamento europeo e del Consiglio.
  • Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati).
  • LEGGE 7 agosto 1990, n. 241 “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi”.
  • LEGGE 3 marzo 2009, n.18 “Ratifica ed esecuzione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, con Protocollo opzionale, fatta a New York il 13 dicembre 2006 e istituzione dell’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità”.
  • DECRETO LEGISLATIVO 30 marzo 2001, n. 165 “Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche”.
  • DECRETO LEGISLATIVO 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali, recante disposizioni per l’adeguamento dell’ordinamento nazionale al regolamento (UE) n. 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE”.
  • DECRETO LEGISLATIVO 7 marzo 2005, n. 82 “Codice dell’Amministrazione Digitale”.
  • LEGGE 9 gennaio 2004, n. 4 “Disposizioni per favorire e semplificare l’accesso degli utenti e, in particolare, delle persone con disabilità agli strumenti informatici”.
  • LEGGE 25 ottobre 2017, n. 163 “Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l’attuazione di altri atti dell’Unione europea - Legge di delegazione europea 2016-2017”.
  • DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2018, n. 106 “Riforma dell’attuazione della direttiva (UE) 2016/2102 relativa all’accessibilità dei siti web e delle applicazioni mobili degli enti pubblici”.
  • DECRETO LEGISLATIVO 14 settembre 2015, n. 151 “Disposizioni di razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e imprese e altre disposizioni in materia di rapporto di lavoro e pari opportunità, in attuazione della legge 10 dicembre 2014, n. 183”.
  • DECRETO LEGISLATIVO n. 75 del 25 maggio 2017, n. 75 “Modifiche e integrazioni al decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165”.
  • CIRCOLARE del Ministro per la pubblica amministrazione n. 3 del 1° ottobre 2018.

1.5.2. Riferimenti tecnici internazionali e nazionali

  • ISO 9999:2016 “Assistive products for persons with disability – Classification and terminology”
  • Web Content Accessibility Guidelines (WCAG) 2.1. W3C Recommendation 05 June 2018.
  • EN 301 549 V2.1.2 (2018-08) HARMONISED EUROPEAN STANDARD “Accessibility requirements for ICT products and services”.
  • UNI CEI EN ISO/IEC 17065:2012 “Valutazione della conformità - Requisiti per organismi che certificano prodotti, processi e servizi”.
  • UNI EN ISO 9999:2017 Prodotti d’assistenza per persone con disabilità - Classificazione e terminologia
  • Linee Guida per l’accessibilità dei contenuti Web (WCAG) 2.1 - Traduzione italiana autorizzata - Pubblicata il 13 settembre 2018.
  • UNI EN 301549:2018 - UNI EN 301549 V2.1.2. (2018-08) NORMA EUROPEA ARMONIZZATA “Requisiti di accessibilità per prodotti e servizi ICT”. Versione italiana del novembre 2018, disponibile in forma gratuita in formato digitale dal sito UNI.
  • “Guida tecnica all’uso di metriche per il software applicativo sviluppato per conto delle pubbliche amministrazioni” pubblicata da AGID, giugno 2018: https://www.agid.gov.it/sites/default/files/repository_files/guida_tecnica_metriche_software.pdf

1.5.3. Abrogazioni e correlazioni

Considerato che il DM 8 luglio 2005 è stato abrogato dal DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2018, n. 106, i requisiti abrogati e sostituiti all’uscita delle presenti Linee Guida sono così referenziati:

  • il capitolo 2.1 sostituisce il documento “Allegato C: Requisiti tecnici di accessibilità per i personal computer di tipo desktop e portatili” del DM 8 luglio 2005;
  • il capitolo 2.2. sostituisce il documento “Allegato A: Verifica tecnica e requisiti di accessibilità delle applicazioni basate su tecnologie internet” del DM 8 luglio 2005;
  • il capitolo 2.4. sostituisce il documento “Allegato D: Requisiti tecnici di accessibilità per l’ambiente operativo, le applicazioni e i prodotti a scaffale” del DM 8 luglio 2005;
  • il capitolo 3.2.2. sostituisce il documento “Allegato B: Metodologia e criteri di valutazione per la verifica soggettiva dell’accessibilità delle applicazioni basate su tecnologie internet” del DM 8 luglio 2005;
  • il capitolo 2.7 sostituisce la Circolare AGID n. 2 del 23 settembre 2015 “Specifiche tecniche sull’hardware, il software e le tecnologie assistive delle postazioni di lavoro a disposizione del dipendente con disabilità”.

1.6. Tempi di attuazione

Come riportato nell’art.2 del D.lgs. 106/2018 (Norme transitorie e abrogazioni):

  1. comma 1. Le disposizioni del presente decreto relative ai siti web e alle applicazioni mobili, ad eccezione di quanto disposto dall’articolo 11, comma 1, lettera a), della legge n. 4 del 2004, come sostituito dall’articolo 1, comma 10, del presente decreto, limitatamente ai siti web e alle applicazioni mobili, si applicano come segue:
    1. ai siti web non pubblicati prima del 23 settembre 2018: a decorrere dal 23 settembre 2019;
    2. ai siti web non contemplati dalla lettera a): a decorrere dal 23 settembre 2020;
    3. alle applicazioni mobili: a decorrere dal 23 giugno 2021.
  2. comma 2. Gli articoli 6 e 10 della legge 9 gennaio 2004, n. 4, sono abrogati. Fino alla pubblicazione delle Linee guida di cui all’articolo 11 della legge 9 gennaio 2004, n. 4, continuano ad applicarsi le disposizioni adottate in attuazione dell’articolo 10 della medesima legge.
  3. comma 3. L’articolo 9, comma 8, del decreto-legge 18 ottobre 2012, n.179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n.221, è abrogato e ogni richiamo a tale disposizione si intende riferito all’articolo 3-quinquies della legge n. 4 del 2004, come introdotto dal presente decreto.
  4. comma 4. Il decreto del Ministro per l’innovazione e le tecnologie 8 luglio 2005, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 183 dell’8 agosto 2005, è abrogato a decorrere dalla data di pubblicazione delle linee guida di cui all’articolo 11 della legge n. 4 del 2004, come sostituito dall’articolo 1, comma 10, del presente decreto.

1.7. Termini e definizioni

Di seguito si riportano gli ACRONIMI che verranno utilizzati nelle presenti Linee Guida:

  • [AGID] Agenzia per l’Italia Digitale
  • [CEI] Comitato Elettrotecnico Italiano
  • [DM] Decreto ministeriale
  • [D.lgs.] Decreto Legislativo
  • [ICT] Information and Communications Technology
  • [ISO] International Standard Organization
  • [EN] European Norm
  • [UE] Unione Europea
  • [UNI] Ente nazionale italiano di unificazione
  • [W3C] World Wide Web Consortium
  • [WCAG] Web Content Accessibility Guidelines