Docs Italia beta

Documenti pubblici, digitali.

3. Acquisizione dall’INI-PEC degli indirizzi PEC dei professionisti

L’articolo 6-quater, comma 2, del CAD prevede che il domicilio digitale dei professionisti iscritti nell’Indice nazionale dei domicili digitali delle imprese e dei professionisti (INI-PEC) sia inserito anche nell’INAD, fermo restando il diritto del professionista di eleggerne uno diverso, ai sensi dell’articolo 3-bis, comma 1-bis, e dell’articolo 6-quater, comma 2, del CAD.

A tal fine, il Ministero per lo Sviluppo Economico avvalendosi del Gestore dell’INI-PEC rende disponibili al Gestore dell’INAD gli indirizzi dei professionisti presenti nell’INI-PEC, tramite servizi informatici le cui specifiche tecniche sono definite in fase di sviluppo del sistema INAD.

L’inserimento nell’INAD degli indirizzi elettronici presenti nell’INI-PEC consta delle seguenti fasi:

  1. recupero, tramite i suddetti servizi, degli indirizzi PEC dei professionisti inseriti nell’INI-PEC e messi a disposizione dal Gestore dell’INI-PEC al Gestore dell’INAD;
  2. inserimento e pubblicazione nell’INAD di tutti gli indirizzi PEC presenti nell’INI-PEC. Nel caso di professionisti iscritti a più ordini o collegi professionali è inserito nell’INAD l’ultimo indirizzo PEC cronologicamente dichiarato nell’INI-PEC;
  3. invio a mezzo PEC ai professionisti iscritti nell’INI-PEC della comunicazione di avvenuto inserimento del domicilio digitale anche nell’INAD, con l’avviso che il professionista ha il diritto di eleggerne uno diverso a fini personali, ai sensi dell’articolo 6-quater, comma 2, del CAD, con l’avvertenza che, decorsi 30 giorni dal ricevimento della predetta comunicazione, il domicilio digitale presente in INI-PEC sarà automaticamente eletto altresì in INAD quale domicilio digitale personale, ai sensi dell’articolo 65, comma 5 del decreto legislativo 13 dicembre 2017, n. 217; con la stessa comunicazione il professionista è invitato a verificare ed eventualmente modificare la provincia di residenza per l’aggiornamento dell’INAD e che, in mancanza, verrà indicata la provincia dell’albo a cui il professionista è iscritto.