Docs Italia beta

Documenti pubblici, digitali.

Introduzione alla versione 2.2

Il sistema dei pagamenti elettronici a favore della Pubblica Amministrazione, il Sistema pagoPA, garantisce agli Utilizzatori finali (cittadini e imprese) di effettuare pagamenti elettronici alla Pubblica Amministrazione in modo sicuro e affidabile, semplice, in totale trasparenza nei costi di commissione e in funzione delle proprie esigenze.

L’introduzione del Sistema pagoPA porta benefici per i cittadini, la Pubblica Amministrazione e l’intero sistema Paese:

  • Benefici per i Cittadini
    • trasparenza e minori costi
    • possibilità di usufruire dei servizi pubblici in maniera più immediata
    • semplificazione del processo di pagamento che consente di usufruire del maggior numero di canali e servizi possibili
    • standardizzazione dell’esperienza utente per i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione
    • standardizzazione delle comunicazioni di avviso di pagamento, riconoscibile su tutto il territorio nazionale
  • Benefici per la Pubblica Amministrazione:
    • riduzione dei tempi di incasso attraverso l’accredito delle somme direttamente sui conti dell’Ente Beneficiario entro il giorno successivo al pagamento
    • riduzione dei costi di gestione del contante
    • miglioramento dell’efficienza della gestione degli incassi attraverso la riconciliazione automatica
    • superamento della necessità bandire gare per l’acquisizione di servizi di incasso, con conseguenti riduzioni di inefficienze e costi di commissione fuori mercato
    • riduzione dei costi e tempi di sviluppo delle applicazioni online (riuso soluzioni)
    • eliminazione della necessità di molteplici accordi di riscossione
    • maggiori controlli automatici per evitare i doppi pagamenti e le conseguenti procedure di rimborso
  • Benefici per i Prestatori di Servizi di Pagamento:
    • eliminazione necessità molteplici accordi con le PA
    • riduzione dei costi di gestione del contante
    • miglioramento dei servizi resi
    • fidelizzazione della clientela
  • Benefici per il Sistema Paese:
    • completa aderenza agli standard della PSD2
    • incentivazione dell’utilizzo dei pagamenti elettronici a livello nazionale attraverso l’utilizzo con le transazioni verso la Pubblica Amministrazione, che consente di stimolare il mercato e favorire, a tendere, una maggiore concorrenza nel mercato dei servizi di pagamento ed un livellamento delle commissioni.

Il Sistema pagoPA è stato realizzato dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) in attuazione dell’art. 5 del CAD , il quale precisa che “Al fine di dare attuazione a quanto disposto dall’articolo 5, l’Agenzia per l’Italia Digitale (già DigitPA) mette a disposizione, attraverso il Sistema pubblico di connettività, una piattaforma tecnologica per l’interconnessione e l’interoperabilità tra le pubbliche amministrazioni e i prestatori di servizi di pagamento abilitati, al fine di assicurare, attraverso strumenti condivisi di riconoscimento unificati, l’autenticazione certa dei soggetti interessati all’operazione in tutta la gestione del processo di pagamento”.

IL CAD inoltre ha affidato all’Agenzia per l’Italia Digitale, sentita la Banca d’Italia, il compito di definire le Linee guida per la specifica delle modalità tecniche e operative per l’esecuzione dei pagamenti elettronici ed introdotto all’articolo 15, comma 5 bis, del D.L. n. 179/2012, l’obbligatorietà dell’uso di una piattaforma tecnologica messa a disposizione dall’Agenzia per l’Italia Digitale per le Pubbliche Amministrazioni e i Gestori di Pubblico Servizio.

Il presente documento denominato “Specifiche Attuative del Nodo dei Pagamenti-SPC” rappresenta l’Allegato B alle “Linee guida per l’effettuazione dei pagamenti a favore delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi” (di seguito, Linee guida) e deve essere utilizzato in combinazione con il documento «Specifiche attuative dei codici identificativi di versamento, riversamento e rendicontazione» (Allegato A), nonché con le stesse Linee guida; documenti ai quali si rimanda per tutte le voci e gli argomenti non specificatamente qui indicati.

La presente versione delle Specifiche Attuative del Nodo dei Pagamenti-SPC (di seguito, NodoSPC) è il frutto di una diversa scelta editoriale per la presentazione dei contenuti. Le modifiche apportate al presente documento riguardano una riorganizzazione del testo, al fine di migliorarne la leggibilità e l’utilizzo come documento tecnico per diverse tipologie di lettori.

A tal fine il documento è suddiviso nelle seguenti quattro sezioni:

  • Sezione I – Modello Generale del Sistema, in cui si fornisce una visione d’insieme e di alto livello del Sistema pagoPA, con un linguaggio ed un livello di dettaglio fruibile anche ai non addetti ai lavori
  • Sezione II – Regole di funzionamento del Sistema, in cui sono dettagliati i diversi processi gestiti dal Sistema pagoPA. Lo scopo è quello di esplicitare ai diversi soggetti coinvolti le responsabilità connesse al loro ruolo. Nella Sezione II sono altresì dettagliati, in maniera descrittiva, i controlli funzionali effettuati dal NodoSPC e le possibili eccezioni
  • Sezione III – Specifiche funzionali e tecniche del Sistema, in cui sono dettagliati gli oggetti, i messaggi, i flussi informativi, gli stati del pagamento e gli errori gestiti sul NodoSPC. Tale sezione include anche i casi di test da eseguire per l’autovalutazione del proprio software.
  • Sezione IV – Procedure di adesione ed esercizio, in cui sono dettagliare le procedure tecniche e amministrative da seguire per aderire al Sistema pagoPA, per attivare i servizi e per gestire gli adempimenti richiesti all’esercizio del sistema e per accedere ai servizi di assistenza e supporto.

N.B. Si fa presente che i paragrafi per i quali è prevista una proposta evolutiva per la versione 3.0 delle Specifiche Attuative di prossima pubblicazione, saranno contrassegnati dalla seguente dicitura:

image0 Paragrafo soggetto a proposta di modifica